Il Sentiero di Luce

Forum pagano che tratta di religione e natura, dove imparare, condividere e crescere...
 
IndicePortaleGuest BookCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi
Gli utenti al momento della registrazione sono pregati di leggere il regolamento, nella cartalla "Regolamento & Comuncazioni" e prima di postare sul forum devono presentarsi nella cartella "l'Altare". In caso contrario si procederà come da regolamento stesso. Melahel

Condividere | 
 

 Astrologia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Basileusofias
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile
Acquario Cavallo Numero di messaggi : 508
Età : 26
Localizzazione : Paradiso della conoscenza
Data d'iscrizione : 24.11.07

MessaggioTitolo: Astrologia   Dom Nov 25, 2007 4:06 am

Non voglio proprio parlare di questa materia... Più che altro vorrei soffermarvi con voi su una frase di Francesco Guicciardini:

Grande sorte è quella degli astrologi, che più fede gli dà una verità che pronosticano che non gli toglie cento falsità.


Che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://giu91.badoo.com/
Narciso
Apprendista
Apprendista
avatar

Maschile
Pesci Cane Numero di messaggi : 32
Età : 95
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioTitolo: Re: Astrologia   Mer Dic 12, 2007 12:47 am

Vuoi sapere se siamo daccordo?
Beh, io non gli do tutti i torti sinceramente..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.succodilimone.altervista.org
Basileusofias
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile
Acquario Cavallo Numero di messaggi : 508
Età : 26
Localizzazione : Paradiso della conoscenza
Data d'iscrizione : 24.11.07

MessaggioTitolo: Re: Astrologia   Mer Dic 12, 2007 12:53 am

Francamente sono daccordo con te...
Ma mi sono chiesto il perchè di questa affermazione...
La gente si lascia abbindolare...Troppo facilmente...e per una cosa che gli dicono che, interpretata molto vagamente, rispecchia la realtà, non fa loro vedere le cento sciocchezze che dicono...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://giu91.badoo.com/
Narciso
Apprendista
Apprendista
avatar

Maschile
Pesci Cane Numero di messaggi : 32
Età : 95
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioTitolo: Re: Astrologia   Mer Dic 12, 2007 1:06 am

Tale critica va sia ai clienti (gli "abbindolati") che agli astrologi che non sono necessariamente in cattiva fede. Il fatto è che l'astrologia da una molteplicità di informazioni (anche precise) sulla personalità, il passato, il futuro, l'ambiente familiare e altro sull'individuo. Molte delle quali sono stupefacentemente corrette, alcune risulteranno riscontrabili solo parzialmente e molte altre invece saranno completamente false.
Le prime fanno credere all'astrologia e le ultime -per alcuni- passeranno inosservate.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.succodilimone.altervista.org
Freccia
Moderatore
Moderatore
avatar

Femminile
Acquario Tigre Numero di messaggi : 83
Età : 42
Localizzazione : Sicilia
Data d'iscrizione : 24.02.08

MessaggioTitolo: Re: Astrologia   Dom Nov 16, 2008 1:56 am

carissimi eccomi qui, bene in un certo senso vi do ragione, molta gente si lascia non abbindolare ma bambolare di quello che che molte persona ignoarnti di materia improvvisano, ma l'Astrologia non serve per divinare ma cercare di capire e interprestare quello che il nostro destino ha scritto al momento della nosta concepizione e non al momento della nascita che quella per motli esperti può essere definita come fase seconda della vita dell'uomo e non come la fase iniziale della vita dell'uomo, appunto per questo esiste il tema prenatale calcolato in base agli studi dei pianeti posizionati al momento del concepiemtno che motle volta avviene in trigono o opposizione del segno ascendente o della luna di nascita che spesso coincide con il segno o ascendente della madre; da soffermarsi qui; non sempre voglio affermare che il tema prenatale coincide con quello del tema della madre ma spesso capita che coincide; soprauttutto infatti vorrei lanciare una spada a favore dell'astrologia ma pure a favore di motli astrologia che sono seri a leggere quello che vedono nella carta; loro non fanno previsioni se no non sarebbero astrolgi ma maghi e un astrologo non vuole esere una mago. ma spesso purtroppo ci sono quelli che ci speculano inventando che si puo indovinare il futuro con l'Astrologia.



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://frecciaveggente.beepworld.it/index.htm
persefone
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto


Femminile
Vergine Cavallo Numero di messaggi : 4
Età : 39
Data d'iscrizione : 26.10.12

MessaggioTitolo: astrologia e arte   Sab Ott 27, 2012 11:14 pm

Omero nel XVIII libro dell'Iliade, descrive lo scudo di Achille realizzato da Efesto:
<<E fece per primo uno scudo grande e pesante / ornandolo dappertutto; un orlo vi fece, lucido, triplo, scintillante, e una tracolla d'argento. / Erano cinque le zone dello scudo, e in esso fece molti ornamenti coi suoi sapienti pensieri. / Vi fece la terra, il cielo e il mare, / l'infaticabile sole e la luna piena, / e tutti quanti i segni che incoronano il cielo, / le Pleiadi, l'Iadi e la forza di Orione / e l'Orsa, che chiamano col nome di Carro: ella gira sopra se stessa e guarda Orione, / e sola non ha parte dei lavacri d'Oceano>>.
La più antica opera d'arte con una rappresentazione del cielo e delle sue costellazioni è collocata dunque nel tempo mitico degli dei, attribuita al dio Efesto.
Il legame fra l'arte e l'osservazione del cielo, dei corpi che lo abitano e dei loro influssi sulla vita dell'uomo si stabilì in epoca remota.
La speculazione scientifica e il pensiero mitico diedero presto vita a immagini che ritroviamo, pressochè immutate, dalle produzioni babilonesi al Rinascimento: un'estensione nel tempo che neppure il cristianesimo riuscì a frenare. Il patrimonio culturale pagano infatti non venne eliminato, nonostante la teoria del libero arbitrio - uno dei punti basilari del pensiero cristiano- si contrapponesse decisamente alla teoria meccanicistica del destino umano dominato dagli astri, e nonostante le polemiche antiastrologiche condotte per secoli da personaggi come sant'Agostino o Pico della Mirandola.
Così le immagini astrologiche, lo zodiaco, i pianeti, le stelle extrazodiacali ( o paranatellonta), entrarono nelle chiese come simboli del Tempo. La Chiesa, d'altra parte, aveva ben presto mutuato dall'immaginario pagano una serie di elementi, a cominciare dalla figura Cristo-Sole: intorno alla metà del IV secolo la data di nascita di Cristo venne infatti fissata al 25 dicembre, giorno che corrispondeva, nel calendario pagano, all'inizio di un nuovo anno solare.
Gli antichi testi astrologici vennero ricopiati e miniati fin dall'epoca carolingia; commentati e complicati dalle elaborazioni di origine araba, nel Rinascimento saranno diffusi a stampa.
L'interesse nei confronti del sapere pagano non aveva solo il carattere dell'erudizione antiquaria e filologica, ma corrispondeva a una sua completa integrazione. L'astrologia, infatti, attraverso i secoli <<si era fusa a tal punto con la scienza da assoggettare di fatto non solo l'astronomia, ma tutte le scienze naturali, dalla mineralogia alla botanica e alla zoologia, dalla fisiologia alla medicina>>(J.Seznec).
La teoria del microcosmo che rispecchia il macrocosmo legava tutti gli elementi in una specie di magia "simpatica" che rimandava all'immagine dell'ordine cosmico creato da Dio: così si evitava una frattura, a prima vista inevitabile, con la teologia cristiana.
Il corpo umano stesso diventò una mappa astrologica con la diffusione, fin dal XII secolo, della "melothesia" , una dottrina codificata in epoca romana da Manilio: a ogni parte del corpo veniva fatto corrispondere un segno zodiacale; la medicina astrologica indicava perciò la predisposizione verso determinate malattie a seconda del segno di nascita, evitando di operare se la Luna era nel segno a cui apparteneva l'organo malato e scegliendo le cure fra le erbe dominate da quel segno.
L'arte, specchio di cultura, riflettè questa ramificata penetrazione della sapienza astrologica nel pensiero occidentale, con una proliferazione di immagini collocate nelle chiese, nei palazzi di corte, in quelli pontifici.
Dal Medioevo al Rinascimento venne realizzata in Italia una notevole serie di cicli astrologici, con caratteristiche tipologiche differenziate: dalle strutture a calendario ( con l'associazione dei segni zodiacali a ogni mese dell'anno) alle esposizioni degli influssi dei Pianeti e dei segni sulle attività dell'uomo; dalle mappe celesti, alle raffigurazioni delle origini mitologiche delle costellazioni.
La complessità maggiore si riscontra nei cicli in cui è raffigurato un oroscopo: si tratta della particolare situzione del cielo in corrispondenza di eventi importanti o al momento della mascita (la"genitura") del committente.
I potenti del Rinascimento, come gli imperatori romani, affermavano l'inevitabilità della loro gloria attraverso il tema della propria genitura. Cosimo il Vecchio fece affrescare un oroscopo nella Sagrestia Vecchia di San Lorenzo; e dopo di lui tutta la famiglia de' Medici si interessò di astrologia e affidò una lunga serie di cicli a grandi artisti: da Luca della Robbia a Vasari, al Bronzino.
Il potente banchiere senese Agostino Chigi fece realizzare il proprio oroscopo alla Farnesina da Baldassarre Peruzzi, affidando poi a Raffaello la decorazione con tema astrologico della propria cappella funebre. Lo stesso Raffaello dipinse, su richiesta di Giulio II, la situazione del cielo al momento della sua elezione al papato, nella Stanza della Segnatura in Vaticano.
Le decorazioni degli appartamenti vaticani riflettono in modo inequivocabile la complessa realtà culturale dell'epoca: negli appartamenti di Alessandro VI Borgia, Pinturicchio illustrò nella Sala dei Pontefici, Giovanni da Udine e Perin del Varga dipinsero su commissione di Leone X Medici le immagini dei papi accanto a quelle delle costellazioni; sullo scorcio del Cinquecento, Gregorio XIII faceva poi decorare la volta della Sala Bologna con una dettagliata mappa celeste.
Sarà solo con la fine del Cinquecento che la <<erudita superstitio>> (come è definita l'astrologia da Cumont) verrà dimenticata : nei secoli successivi i temi astrologici torneranno sulle volte o sulle pareti dei palazzi, ma ridotti a motivi puramente decorativi.[...]
FONTE:Arte e astrologia, Gioia Mori-Art dossier- giunti editore
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ecate
Discepolo
Discepolo
avatar

Femminile
Cancro Scimmia Numero di messaggi : 121
Età : 37
Data d'iscrizione : 12.11.10

MessaggioTitolo: Re: Astrologia   Mar Ott 30, 2012 2:36 am

Personalmente mi interessa solo la prima astrologia quella Maya per intenderci, quella occidentale mi interessa poco.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Astrologia   

Tornare in alto Andare in basso
 
Astrologia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ASTROLOGIA ED OCCULTISMO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Sentiero di Luce :: Il Sentiero :: Grimorio :: Divinando-
Andare verso: