Il Sentiero di Luce

Forum pagano che tratta di religione e natura, dove imparare, condividere e crescere...
 
IndicePortaleGuest BookCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi
Gli utenti al momento della registrazione sono pregati di leggere il regolamento, nella cartalla "Regolamento & Comuncazioni" e prima di postare sul forum devono presentarsi nella cartella "l'Altare". In caso contrario si procederà come da regolamento stesso. Melahel

Condividi
 

 EQUINOZIO DI AUTUNNO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
magik
Aiutante
Aiutante
magik

Femmina
Bilancia Cane Numero di messaggi : 259
Età : 24
Localizzazione : avellino
Data d'iscrizione : 23.03.11

EQUINOZIO DI AUTUNNO Empty
MessaggioTitolo: EQUINOZIO DI AUTUNNO   EQUINOZIO DI AUTUNNO Icon_minitimeMar Set 06, 2011 10:15 pm

In questo topik volevo parlare un po' dell'equinozio di autunno, prima di tutto c'é da tenere presente che il 21 settembre ha luogo l'equinozio d'autunno, al quale presiede l'Arcangelo Michele.
Il sole entra nel segno della Bilancia, dando così inizio a un nuovo ciclo.
I frutti cadono dagli alberi, abbandonano i loro involucri, mentre i semi vengono selezionati per essere consumati o conservati; più tardi essi saranno piantati nella terra affinché il ciclo ricominci. Ma questo lavoro di separazione,
di cernita che si fa in natura non riguarda unicamente la vegetazione:
esso concerne anche l'essere umano.
Come il frutto si separa dall'albero e il seme dal frutto, l'anima si separa dal corpo.
Il corpo corrisponde all'involucro e l'anima al seme che viene seminato in alto, in Cielo.
Ma iniziando dalle origini Il nome del sabbat deriva dal figlio di Modron, la Dea Madre (in alcune iscrizioni romano-britanniche e’ noto anche come Maponus).
Mabon viene rapito tre notti dopo la sua nascita e rimane prigioniero per molti anni fino a quando viene liberato da Re Artu’ e i suoi cavalieri.
Mabon e’ il dio della vegetazione e la festa che gli e’ dedicata e’ quella del secondo raccolto dove vengono colti i grappoli d’uva e la frutta autunnale.
Durante l’equinozio d’autunno il giorno e la notte hanno la stessa durata, in agricoltura e’ il momento di immagazzinare i prodotti della terra e di fare il punto dell’anno che sta per concludersi.
Nel mondo antico questa data era molto importante, rappresenta il cambio tra l’estate: ricca di doni frutti e verdure e il rigido inverno che portava con se lo spettro del gelo e della mancanza di cibo.
Periodo propizio nel mondo spirituale per i misteri poiche', come in ogni momento di passaggio, il velo tra i vari mondi diventa piu’ sottile ed e’ piu’ semplice conoscere e apprendere antiche e occulte verita’.


È celebrato alla fine del periodo più faticoso dell'anno in cui viene effettuato il secondo raccolto.
Il ciclo produttivo e riproduttivo è concluso, le foglie cominciano ad ingiallire e gli animali iniziano a fare provviste in previsione dell'arrivo dei mesi freddi.
Generalmente inizia il periodo della caccia. Molte specie migratorie - come le rondini - avviano il loro lungo viaggio verso sud.
Il cigno è l'uccello dell'Equinozio in quanto simbolo dell'immortalità dell'anima e guida dei morti nell'aldilà.

E' tempo di bilanci: abbiamo sotto gli occhi ciò che abbiamo seminato durante l'anno, e possiamo constatare quali frutti abbiamo raccolto.
In occasione di questo periodo e dell'aratura dei campi erano effettuati un gran numero di riti locali e regionali con il comune denominatore del ringraziamento e della supplice preghiera di mitezza per la difficile stagione in arrivo.

inoltre è considerato tempo dei misteri. È il momento di onorare le divinità anziane e lo Spirito. Le divinità vengono ringraziate per i loro doni, auspicando il futuro ritorno dell'abbondanza per gli anni successivi, ricordandoci di lasciare una parte del nostro banchetto per la Terra e le sue creature: tutto ciò che di commestibile abbiamo messo sulla tavola di Mabon per adornarla e ciò che è avanzato dal banchetto, verrà portato all'aperto ed offerto ad animali ed uccelli in segno ulteriore di ringraziamento verso la Grande Madre Terra che ci ha elargito i suoi doni.

Gli incensi per l'equinozio d'autunno includono benzoino, mirra, pino, salvia, ibisco e petali di rose.
I petali di rosa e la salvia possono essere messi anche sulla tavola, a patto che non siano freschi.
Le erbe associate con questa festività sono il grano, le foglie di vite e di quercia.
Si possono bruciare i cardi (il significato è che il divino si trasforma nel suo aspetto di Donna Saggia e Cacciatore).
Le decorazioni tipiche di questo periodo dell'anno includono anche la cornucopia, ovvero il corno dell'abbondanza, ricolmo e straripante dei frutti dell'anno, a significare in modo simpatetico l'abbondanza dei doni della Madre.

Durante il rituale si possono invocare gli elementi singolarmente e riconoscerli, ringraziandoli, per le loro influenze benefiche.
Salutateli innalzando il calice per ognuno di essi:

“Alla Terra: per la stabilità, per l'aiuto nel mantenere la casa, la salute, il lavoro ed il benessere
All'Aria: per l'ispirazione che aiuta nella conoscenza e nella comprensione
Al Fuoco: per l'energia che aiuta a sostenere la spinta dell'ambizione di cui necessitiamo per portare a termine i nostri progetti
All'Acqua: per lo scorrere gentile che aiuta a mantenere la calma e l'equilibrio emotivo nei rapporti.“

La Dea appare in veste di Madre dell'Abbondanza, Madre della Terra e Regina del raccolto. Il Dio è visto come Mabon, il Padre del Cielo, Re del Grano e Signore del raccolto.
Il Signore e la Signora regnano sulle celebrazioni del ringraziamento che inizia al tramonto e perdura per tutta la notte.

La tavola, imbandita con tovaglia e tovaglioli di colori autunnali, con candele rosse o marroni, può essere decorata con erbe secche, castagne, noci, more, ghiande, mais, fiori di girasole e foglie autunnali. Non devono mancare biscotti di farina di avena, mandorle e vino per ringraziare gli antenati.
Pietanze tradizionali sono il pane di grano, i fagioli, le patate e le zucchine al forno.
Il fuoco viene acceso con le foglie secche che si raccolgono in giardino.

Sono molto indicati in questo periodo gli esercizi di rilassamento e di meditazione. Se ne avete la possibilità, concedetevi una breve vacanza con l'esclusivo scopo di riposare.
L'equinozio d'autunno è il periodo ideale per passeggiate ed escursioni in campagna e in collina, per salutare la Natura che si prepara al suo riposo invernale.
Molti odiano l'autunno per le piogge torrenziali e il freddo pungente, ma se ci pensate grazie all'inverno che irriga la terra si potranno ricevere i suoi gustosi frutti. La pioggia arriva provvidenziale dopo un lungo e torrido periodo di siccità. L'autunno è una stagione magica (a mio parere molto più dell'estate Very Happy)

e voi invece che ne pensate? quali sono i vostri pareri?

Fonti: appunti di mia nonna e miei, direttamente dal grimorio, quini c'e la possibilità che io sbagli, correggetemi se vedete che ho detto una stupidaggine Smile
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Melahel
Admin
Admin
Melahel

Femmina
Cancro Ratto Numero di messaggi : 1357
Età : 34
Localizzazione : Sardegna (CI)
Data d'iscrizione : 22.11.07

EQUINOZIO DI AUTUNNO Empty
MessaggioTitolo: Re: EQUINOZIO DI AUTUNNO   EQUINOZIO DI AUTUNNO Icon_minitimeGio Ott 20, 2011 3:18 pm

Grazie per il contributo magik! Smile

_________________
EQUINOZIO DI AUTUNNO Zj9ch3 EQUINOZIO DI AUTUNNO 20p1xjb EQUINOZIO DI AUTUNNO Spf590 EQUINOZIO DI AUTUNNO 2z4jy9x
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://ilsentierodiluce.forumattivo.com
 
EQUINOZIO DI AUTUNNO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Sentiero di Luce :: Il Sentiero :: Grimorio :: La Ruota dell’Anno-
Vai verso: